FOTO NOME (specie  sottospecie  'Forma'  CULTIVAR)                    Descrizione

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Muscari  specie, forme e cultivar

 

Sono oltre 25 i muscari offerti nel catalogo CAT-IV per essere piantati in autunno per abbellire gli impianti di bulbose a fioritura primaverile. In grandi quantità queste piante con fiori riuniti in un grappolo, frequentemente di colore blu, possono creare suggestivi effetti simili a ruscelli, canali, fiumi, laghetti, sentieri e strade (vedi), ma dai giardinieri amatoriali sono generalmente usati in quantità moderata per accompagnare bulbose con fioriture chiare (bianche, gialle, rosa) o molto forti (rosse, arancione). I bulbi sono relativamente piccoli e possono essere piantati eventualmente direttamente sopra i bulbi grandi dei narcisi, tulipani, agli o fritillarie imperiali per ottenere lo sfondo blu per i fiori portati su steli alti di tali piante, ma generalmente si preferisce creare macchie di muscari nelle vicinanze dei gruppi di altre bulbose.

I bulbi vanno piantati in autunno alla profondità pari a due volte la loro altezza. La distanza tra i bulbi dipende dall'effetto che si intende ottenere. Essa non dovrebbe essere minore del diametro dei bulbi (messa a dimora secondo la regola "uno sì, uno no"), ma in casi particolari, soprattutto se è previsto il dissotterramento a fine ciclo vegetativo, possono essere anche più vicini. Al contrario, quando si intende naturalizzare i muscari, conviene distanziare i bulbi di più per permettere la loro moltiplicazione negli anni senza creare affollamenti.

La maggioranza dei muscari predilige una posizione in pieno sole, ma ottimi risultati si ottengono anche in ombra parziale, particolarmente adatta alle specie con fiori gialo-verdi. Frequentemente la crescita delle strette foglie lineari di un bel colore verde intenso inizia già in autunno. Il fogliame sopporta bene anche temperature relativamente basse (-5°C). Questa proprietà di molte specie e cultivar di Muscari può complicare la gestione di impianti pluriennali dove potrebbe essere necessario intervenire con un diserbante per eliminare in autunno delle inevitabili infestanti. In tali casi è necessario procedere al diserbo (per esempio con Round-up) molto precocemente a fine estate e successivamente effettuare solo il diserbo manuale.

Dall'inizio della primavera è possibile aumentare la vigoria delle piante di Muscari con la concimazione con un fertilizzante liquido per piante fiorite. Le dosi dovrebbero essere minori di quelle suggerite sulla confezione, ma gli interventi possono essere anche assai frequenti: ogni due o tre settimane circa. Durante il riposo estivo dei bulbi è importante che l'umidità del suolo sia bassa e in nessun caso dovrebbero verificarsi ristagni d'acqua nei mesi caldi.

Esistono poche bulbose tanto facili in coltivazione come i muscari. Importante è solo scegliere le specie e varietà più adatte per una data situazione. Nel catalogo CAT-IV sono indicate le altezze e i colori degli articoli disponibili e la scelta non dovrebbe essere difficile. Qui viene solo accennato ad alcuni fatti complementari:

- Muscari argaei 'Album' è noto per le sue belle infiorescenze bianche.

- Muscari armeniacum  è la specie più comunemente usata per grandi impianti. La cultivar "Blue Spike" presenta fiori doppi e crea un'impressione di abbondanza. Le varie altre cultivar si distinguono per la tonalità di blu, per l'altezza dello stelo fiorale, per la presenza di sfumature violacee, per la presenza di un bordo bianco dei singoli fiori ecc. Chi intende seriamente occuparsi di queste piante ed usare i muscari, dovrebbe fare delle prove con le varie cultivar per poter poi scegliere nell'anno successivo quelle più adatte ai propri fini.

 - Le cultivar di Muscari aucheri si distinguono per la notevole precocità della fioritura, e per il doppio colore nelle infiorescenze di alcune varietà.

- Muscari azureum presenta fiori piccoli particolarmente scuri e la forma 'Album' ha fiori bianchissimi.

- Muscari botryoides è ben noto in Italia perché spontaneo in molte regioni. I suoi fiori sono blu scuro. Con l'opportuna fertilizzazione è possibile ottenere piante assai grandi. Particolarmente apprezzata è la forma bianca ('Album').

- Muscari neglectum è l'altra specie blu molto diffusa in Italia. Le infiorescenze sono più piccole della maggioranza dei muscari. La specie non si trova frequentemente in coltivazione.

- Muscari latifolium è coltivato troppo di rado. La sua infiorescenza a due tonalità di blu è particolarmente attraente.

- Muscari comosum (classificato come Leopoldia comosa) è la specie nota soprattutto nel Sud dell'Italia come lampascione. La sua infiorescenza rada non è di particolare importanza decorativa, ma esiste la forma 'Plumosum' con infiorescenze più chiare, porporine ed assai dense, che trova molto uso come pianta decorativa.

- La cultivar "Valerie Finnis" si distingue per il colore celeste porcellana dei suoi fiori ed è molto apprezzata come pianta altamente decorativa. Anche la cv. "Peppermint", con fiori di colore blu e bianco, viene usata con successo in impianti più formali.

- Le specie a fiori con colori chiari giallo-verde, giallo crema, eventualmente con punte lilla sono in realtà quelle che hanno dato il nome al genere, perché presentano un gradevole profumo. Queste sono piante che non sono ancora molto diffuse nei giardini italiani, ma sia il piccolo Muscari ambrosiacum che Muscari macrocarpum e la cv. "Golden Fragrance" danno molta soddisfazione se correttamente coltivate ed contribuiscono con colori inconsueti ad impianti parzialmente ombreggiati (vedi).

 

                                                                       Verifica disponibilità nel catalogo CAT-IV    

_________________________________________________________________________________

 

all'indice                                                                       alla scelta della destinazione

_________________________________________________________________________

 

                                  INTRODUZIONE AL SENTIERO VERDE DEI BULBI                               

___________________________________________________________________________________________

 

                         HOME      CATALOGHI      CONTATTI      MOSTRA DEL NARCISO      LINKS